FAQ (Domande frequenti)

Ospitalità

Come fare per la lingua?

Solitamente non costituisce un problema. C’è sempre l’ interprete cui fare riferimento, ma le loro esigenze sono abbastanza semplici e risolvibili senza difficoltà.Solitamente, in pochi giorni i bambini imparano i primi rudimenti dell’italiano. In ogni caso viene consegnato a ciascuna famiglia un breve e sintetico glossario di russo.

Cosa mangiano i bambini?

Solitamente i bambini mangiano di tutto. In pochi giorni acquisiscono gli stessi gusti dei nostri bambini (pastasciutta, patatine, gelati ecc.). E’ bene che mangino vario e molta frutta, avendo bisogno di vitamine. Attenzione però alle modalità. Da loro non esiste il concetto dello stare a tavola sino a pasto avventuo.

Posso scegliere se ospitare un maschietto o una femminuccia?

Le nuove famiglie potranno indicare il sesso del bambino che intendono ospitare, ma unicamente se ci sono situazioni abitative tali che renderebbero problematica l’accoglienza di un maschio o di una femmina.

Ho il dubbio di non avere la casa grande per ospitarlo?

Non serve una casa grande o grandi disponibilità finanziarie.Serve un grande cuore, E’ necessario avere un po’ di tempo da dedicargli e tanto affetto

E se lavoriamo entrambi?

Sarebbe lo stesso problema che avreste con i vostri figli. Durante il periodo scolastico i bambini frequentano la scuola a Vignate, dove sono impegnati per la durata di un tempo pieno, mentre durante il week end organizziamo attività collettive a cui è gradita la partecipazione della famiglia ospitante.

Come comportarsi nel caso in cui il bambino non stia bene?

E ‘necessario contattare subito il pediatra o il medico di base e nel caso in cui si presentasse la necessità di accedere al pronto soccorso: avvisare immediatamente il Presidente del Comitato.

Esiste un’assicurazione in caso di incidenti o problemi di varia natura?

La fondazione ha stipulato con la Compagnia Helvetia un’assicurazione per bambini e adulti che copre i rischi di morte, invalidità permanente, ricovero per malattia, ricovero da infortunio, R.C. verso terzi. L’Assicurazione copre esclusivamente i ricoveri per malattie non pregresse ed interventi che abbiano carattere di urgenza, vale a dire quando è in pericolo la vita dei bambino.

Per quanto riguarda costi?

La Fondazione deve sostenere i costi del viaggio aereo, dei trasporti interni, delle assicurazioni, delle accompagnatrici e dell’organizzazione in Italia e in Bielorussia che ammontano a circa 490 €uro. In funzione delle possibilità del Comitato di reperire risorse tramite iniziative e finanziatori, alle famiglie è richiesto un contributo di solito non superiore ai  250 €uro, interamente detraibili in quanto associazione riconosciuta ONLUS e ONG.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>