Un viaggio, una scoperta…..

E’ stata aggiunta una pagina relativa al diario di viaggio in Bielorussia 2014

per visualizzarla cliccate sul link che trovate nella parte alta del nostro sito.

” Un viaggio, una scoperta…”

Leave a Comment

Filed under Esperienze vissute

CENTRO DI RIABILITAZIONE PER BAMBINI INVALIDI DI ROGACIOV REGIONE DI GOMEL “VACANZE LAVORO 2013”

L’intervento realizzato presso il “Centro di riabilitazione per bambini invalidi” di Rogaciov dal gruppo delle “Vacanze Lavoro” è consistito nella riqualificazione di una parte del Piano Rialzato dell’edificio che ospita questi bambini con gravi problemi di ritardo fisico e mentale. Era necessario dotare la struttura di adeguati spazi ad uso ambulatoriale e per il ricovero in caso di malattia dei bambini e pertanto si è provveduto alla suddivisione di un ampio salone con pareti in cartongesso per creare due ambulatori medici e due piccole camere di ricovero. Oltre a questo abbiamo realizzato due nuovi bagni, uno per il personale medico e di servizio ed uno per i piccoli ospiti con attrezzature ed accessori bagno adatti a bambini con handicap motori.
Tutto ciò è stato possibile solo attraverso la stretta collaborazione tra più entità facenti parte della “Fondazione Aiutiamoli a Vivere”, quali il Comitato di Vignate (MI) che da anni segue e sponsorizza con grande amore e dedizione interventi di questo genere presso la struttura di Rogaciov, l’Associazione Aiutiamoli a Vivere della Lombardia che ha elargito un sostanziale contributo e per la prima volta abbiamo ricevuto dal Centro stesso di Rogaciov la collaborazione oltre che organizzativa anche economica attraverso la fornitura di alcuni materiali quali le piastrelle di pavimentazione e di rivestimento degli ambienti, le nuove finestre in P.v.c. che hanno sostituito quelle vecchie in legno e le porte interne.
Riteniamo che questa sorta di “intervento comune italo-bielorusso” dei progetti che si andranno a realizzare nei prossimi anni, sarà il solo modo che avremo per gestire ed organizzare in maniera adeguata interventi di questo genere, così complessi e costosi, che diversamente, solo ed esclusivamente con le nostre forze, non potremmo permetterci di realizzare; oltre al fatto che il coinvolgimento di enti locali quali Istituti, Amministrazioni Comunali ed Amministrazioni Locali quali Provincia e Regione potrà creare occasioni di partenariato e coinvolgimento in sinergie comuni che auspichiamo si amplino sempre più negli anni a venire.

Leave a Comment

Filed under Lavori eseguiti con il nostro contributo

E “Tu chiamale se vuoi emozioni…”

E’ iniziato il countdown:
dieci, nove, otto, sette, sei, cinque, quattro, tre, due,uno, zero ……..
Li aspettiamo da un anno e finalmente e’ arrivato il momento dell’arrivo dei bambini bielorussi, che sbarcheranno a Orio il 29 agosto 2013.
Tra pochi giorni un nutrito gruppo di circa sessanta bambini, per la precisione cinquantasei soggiorneranno per cinque settimane nella zona della Martesana accompagnati da un rodato team di insegnanti e interpreti grazie al Comitato di Aiutiamoli a Vivere di Vignate.
Le famiglie ospitanti sono quasi pronte e fra loro si radicano sentimenti e sensazioni diverse.
Ci sono le famiglie che ospitano per la prima volta, sicuramente sono un po’ timorose e impaurite, pensano di essere impreparate e sono piene di domande ed dubbi: “Saremo in grado di ospitare un bambino bielorusso??” e soprattutto “ Come comunicheremo??”……..
Quesiti che scompariranno in poco tempo, i gesti e la voglia di comunicare ben presto prenderanno il sopravvento sulla lingua.
Tutto più facile, invece, per quelle famiglie che ospitano per il secondo anno, loro sono già a conoscenza di cosa li aspetta e più sicure nel gestire i bambini che già conoscono.
Infine, il gruppo dei più esperti e un po’ più triste, quelle famiglie che sono al terzo anno e completeranno il loro cammino. Sanno già che purtroppo il 6 ottobre dovranno lasciare il bambino che hanno ospitato per tre anni e con cui hanno condiviso momenti meravigliosi.
Un mix di emozioni varie , famiglie che pur percorrendo strade diverse hanno tutte l’obiettivo di arrivare ad un unico risultato: un aiuto concreto, dispensando a quei bambini un po’ di serenità e nel contempo anche un’assistenza sanitaria.
L’obiettivo principale e’ contribuire al miglioramento della loro salute psico-fisica attraverso il soggiorno nel nostro paese, dove i bambini vengono sottoposti a controlli medici e a cure dentistiche. Inoltre durante la loro permanenza oltre alla didattica si organizzano feste con giochi, gite e vari momenti di svago in condivisione con tutte le famiglie che partecipano al progetto.
Tutto programmato. Tutto organizzato in modo esemplare.
Questo soggiorno trascorso lontano dai territori ancora contaminati dal disastro di Chernobyl e il cambio di alimentazione consente loro di trarne beneficio.
I bambini giungono con lo spirito di trascorrere una bella vacanza, di conoscere nuove realtà ma con la consapevolezza del ritorno a casa dai loro familiari.
Per le famiglie ospitanti invece la possibilità’ di poter essere utili facendo qualcosa di concreto e ricevendo in cambio molta gratitudine, affetto ma soprattutto un arricchimento interiore tipico della gioia di donare che però non danno altre esperienze analoghe.
Mauro

Leave a Comment

Filed under Esperienze vissute

RACCONTO DI UN VIAGGIO Cernusco–Sosnovy Bor andata e ritorno

Dopo aver ospitato nel mese di settembre del 2012 per la prima volta una bambina bielorussa, abbiamo voluto e desiderato andarla a trovare per conoscere tutta la sua famiglia e capire qualcosa di più di lei. Abbiamo deciso di partecipare ad un viaggio organizzato dal Comitato di Vignate unendoci a Adrienne, Giuseppe,Barbara, Betty e Rodrigo.
In noi tanta voglia di vedere luoghi nuovi e diversi dal nostro e conoscere usi e modi di vivere di altre persone.
Alla partenza tanto entusiasmo e un po’ di preoccupazione per la lingua, ma convinti che i gesti avrebbero sopperito, almeno in parte.
Arriviamo all’aeroporto di Gomel , dopo un volo tranquillo, sbrighiamo in fretta le formalità burocratiche alla dogana, e ci dirigiamo con Alexei (autista) e Natascia, la nostra interprete e angelo custode per tutta la nostra permanenza sul suolo bielorusso, verso Sosnovy Bor.
Si viaggia tra ampi spazi verdi e tra foreste di betulle, i paesi sono distanti, villaggi con case in legno, le strade percorribili, infinite ma con poco traffico: un paesaggio meraviglioso, una bellezza che non si può scordare.
Il primo impatto e’ particolare, le strade sono sterrate, tranne la principale, le case decadenti, i palazzi di recente costruzione sono un po’ meglio,ma certo non assomigliano ai nostri, la povertà e’ ovunque.
Finalmente arriviamo, Evi e’ la prima che ci viene incontro, otto anni, l’abbracciamo e conosciamo il papà, la mamma e la sorellina.
Un momento emozionante, che ricorderemo per sempre!
Siamo ospiti della famiglia, che ha voluto a tutti i costi ricambiare l’ospitalità che abbiamo dato alla loro figlia.
L’accoglienza e’ molto calorosa, ci viene offerto di tutto, forse anche qualcosa che loro non potrebbero permettersi, vogliono ringraziarti, sdebitarsi: ci siamo sentiti veramente a casa nostra.
Nonostante le grosse difficoltà’ di vita, in queste persone e’ visibile un forte orgoglio personale, una grande dignità e soprattutto un grande senso di ospitalità nei nostri confronti.
Le giornate passano piacevolmente e lentamente, comunichiamo con un po’ di fatica, ma ci capiamo, e soprattutto ogni giornata ci ha dato la possibilità di imparare qualche cosa.
Conosciamo anche i nonni, passiamo con loro un’intera e bellissima giornata che sicuramente non dimenticheremo mai.
E’ arrivato il momento della partenza ……….. siamo un po’ tutti tristi, anche se riconosciamo che siamo stati un po’ d’ingombro e comunque torniamo a casa dalla nostra famiglia.
La partenza e’ stato forse il momento piu’ difficile, lasciare quelle persone, con cui per diversi giorni si e’ condiviso tutto, il distacco dalla famiglia, momenti di sconforto e di emozioni a cui fa seguito il pensiero che presto a settembre rivedremo la bimba.
E’ bello vedere, come in pochi giorni, si sia creato un grande legame affettivo fra due famiglie, che comunicano con difficoltà, ma che entrambe sono desiderose di conoscere e farsi conoscere. Ed è proprio vero quando c’e’ la volontà di capirsi la diversità della lingua non è un problema.
Ci fermiamo per un giorno a Minsk, per una visita veloce.
Mink e’ una grande città’, moderna perchè costruita dopo la seconda guerra mondiale dopo che i nazisti ridussero la città in macerie.
Il divario tra città e campagna è evidente.
Minsk e’ un eccesso dal punto di vista monumentale, con grandi viali ed enormi piazze, Natascia ci fa da Cicerone, visitiamo il monumento dei caduti in Afganistan, giriamo per la città, vediamo il palazzo presidenziale, la sede del kgb, Piazza indipendenza con palazzi imponenti, la statua di Lenin e l’edificio che ospita l’università della Bielorussia, Piazza della Vittoria (obelisco e fuoco) che ricorda i militari e patrioti sovietici caduti nelle guerre.
Arriva l’ultimo giorno, all’aeroporto, Natascia ha voluto esserci a tutti i costi, ci saluta con tanta emozione e ci promette che ci rivedremo a settembre.
In aereo si fanno le prime riflessioni, sicuramente un viaggio impegnativo, intenso, diverso dai soliti viaggi turistici, un viaggio che ti fa capire tante cose, sensazioni, emozioni che sicuramente ti arrichiscono, un’esperienza unica e forse irripetibile.
Anche se l’anno prossimo, saremo ancora in prima fila, vogliamo portare i nostri figli per far provare loro quelle emozioni che abbiamo provato noi.
Siamo andati in Bielorussia con una valigia colma di cose da dare, e siamo tornati con una valigia piu’ vuota, ma con il cuore colmo di immagini, emozioni , grandi ricordi che hanno reso la nostra vita diversa e soprattutto arricchita di particolari esperienze e insegnamenti che viceversa non avremmo potuto beneficiare.
Un esperienza che non dimenticheremo mai e porteremo per sempre con noi un pezzo di Bielorussia .
Adesso ci prepariamo e vogliamo goderci appieno il secondo anno di ospitalità che inizierà’ a fine mese, e………. non vediamo l’ora !!!!!

Mauro e Luana

Leave a Comment

Filed under Esperienze vissute

IL COMITATO DI VIGNATE ALL’ISTITUTO DI RIABILITAZIONE DI ROGACEV

Inaugurazione dei bagni ristrutturati con i fondi raccolti dal Comitato di Vignate presso il Centro di Riabilitazione di Rogacev.

Leave a Comment

Filed under I nostri viaggi in Bielorussia, Inizative, Lavori eseguiti con il nostro contributo